Come Funziona un Conto Deposito Vincolato

Il conto deposito vincolato è un particolare tipo di conto deposito in cui il capitale investito non si può prelevare fino della fine del vincolo. Le banche oggi offrono dei conti deposito vincolati con interessi molto vantaggiosi, si tratta di un tipo di investimento sicuro che può generare interessanti guadagni nel tempo. Il vincolo, consiste nel rispettare la scadenza prestabilita al momento dell’apertura del conto vincolato, che in genere varia da un minimo di un mese ad un massimo di tre anni, per poter avere il rendimento derivante dagli interessi nel tempo.

Per aprire un conto deposito vincolato occorre necessariamente essere titolari di un conto corrente tradizionale a cui collegare il conto deposito. I conti deposito si possono aprire anche on line e prevedono dopo alcuni giorni che il contratto con tutta la relativa documentazione arrivi presso al domiciliazione del cliente.

Il conto deposito vincolato è la soluzione perfetta per coloro che dispongono di una certa somma di denaro che non gli serve subito e decidono di farla far fruttare nel tempo, assicurandosi un rendimento elevato. Si tratta quindi di una forma di investimento priva di rischio e molto redditizia.

 

Differenze tra conto deposito libero e vincolato

Il conto deposito libero si caratterizza per la libertà con cui si possono versare delle somme di denaro in tale conto, non avendo nessun vincolo circa la chiusura del conto deposito, ma hanno un basso rendimento. Si tratta della soluzione ideale per chi vuole prelevare in ogni momento la somma depositata sul proprio conto libero.

Invece il conto deposito vincolato si caratterizza per il fatto che il cliente ha l’obbligo di non prelevare il denaro versato sul conto prima della data stabilita, altrimenti non avrà alcun guadagno. Il conto vincolato consente di ottenere alti rendimenti specie nei periodi di tempo più estesi, richiede il versamento di una somma minima di denaro pari a 1.000 euro ed offre la possibilità di eliminare il vincolo.

 

Caratteristiche di un conto deposito vincolato

Il conto deposito vincolato, consente di guadagnare sul denaro versato e non prevede alcun costo di gestione o apertura del conto stesso. Per quanto riguarda il rendimento, va detto che vi sono conti deposito in cui i rendimenti iniziano a maturare sin da subito, altri ogni tre mesi ed altri ancora al termine della scadenza del vincolo. Se si decide di venir meno al vincolo sul conto, la banca può impedirne il ritiro anticipato, oppure non elargire gli interessi maturati al cliente, o ancora decidere di applicare un tasso di rendimento minore sul denaro vincolato.

Per aprire un conto deposito vincolato occorre semplicemente presentare alla banca scelta i documenti necessari, ossia il documento di identità in corso di validità, il codice fiscale ed un conto corrente tradizionale da usare come conto di appoggio. In base alla recente normativa antiriciclaggio, le banche dopo aver aperto il conto deposito devono procedere con l’identificazione finanziaria del cliente, da effettuare presso la banca dove si ha il conto corrente di appoggio.

Tra i migliori conti deposito vincolati va citato Rendimax, il conto deposito di Banca Ifis. Si tratta di un conto deposito con un alto rendimento, gratuito e molto semplice da aprire. Esiste nella versione libera, like e vincolata, in merito al conto Rendimax vincolato va detto che esso si distingue per il basso tasso lordo che può giungere al 2,60% , deposito minimo di 1.000€ e diverse tipologia di vincolo.