Coppie di Valuta nel Forex

Il Forex consente di accedere ad eccezionali possibilità di profitto anche a soggetti “minori” o poco esperti e questa caratteristica ha fatto sì che molti “non addetti ai lavori” si avvicinassero al mondo del Forex trading.

Il Foreign Exchange Market può sembrare, a prima vista, complicato e macchinoso. I principianti non devono però farsi scoraggiare dal primo impatto. Le sue dinamiche, infatti, appaiono meno complesse se analizzate avendo alla base delle conoscenze minime relative a ciò che in esso avviene e a come ciò sia possibile.

Il mercato forex italia, come quello estero, all’interno del quale, come abbiamo già visto, si scambiano le valute estere per guadagnare sulle variazioni al livello dei tassi di cambio, è il mercato finanziario che ha ottenuto i maggiori consensi da parte dei suoi operatori e che ha fatto registrare dati in continua crescita.

E’ di fatto, non a caso, diventato il mercato finanziario più grande e più liquido al mondo.

Facciamo una panoramica dei termini tecnici utilizzati nel Forex trading, focalizzandoci sul gergo finanziario. Molte coppie, per esempio, hanno assunto nel tempo dei veri e propri “soprannomi” con i quali le currency pairs vengono ancora identificate dagli “addetti ai lavori”.

Vediamone alcuni:

1) La coppia AUD/USD cioè “Dollaro australiano / Dollaro statunitense” in linguaggio tecnico viene indicata come “Aussie Dollar”;
2) La coppia CHF/JPY cioè “Franco Svizzero / Yen Giapponese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Swiss Yen”;
3) La coppia GBP/CHF cioè “Sterlina inglese / Franco Svizzero” in linguaggio tecnico viene indicata come “Sterling Swiss”;
4) La coppia GBP/JPY cioè “Sterlina inglese / Yen Giapponese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Sterling Yen”;
5) La coppia GBP/USD cioè “Sterlina inglese / Dollaro statunitense” in linguaggio tecnico viene indicata come “Cable”;
6) La coppia EUR/USD cioè “Euro / Dollaro statunitense” in linguaggio tecnico viene indicata come “Euro”;
7) La coppia EUR/GBP cioè “Euro / Sterlina inglese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Euro Sterling”;
8) La coppia EUR/JPY cioè “Euro / Yen Giapponese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Euro Yen”;
9) La coppia EUR/CHF cioè “Euro / Franco Svizzero” in linguaggio tecnico viene indicata come “Euro Swiss”;
10) La coppia NZD/USD cioè “Dollaro Neozelandese / Dollaro statunitense” in linguaggio tecnico viene indicata come “New Zealand Dollar” o “Kiwi”;
11) La coppia USD/JPY cioè “Dollaro statunitense / Yen Giapponese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Dollar Yen”;
12)  La coppia USD/CHF cioè “Dollaro statunitense / Franco Svizzero” in linguaggio tecnico viene indicata come “Dollar Swiss” o “Swissy”;
13)  La coppia USD/CAD cioè “Dollaro statunitense / Dollaro Canadese” in linguaggio tecnico viene indicata come “Dollar Canada” o “C-Dollar”.

Questo tipo di gergo tecnico che spesso può risultare strano ai non addetti ai lavori è parte integrante dell’attività legata al forex online trading ed è quindi meglio conoscerlo e dominarlo per evitare errori e perdite di investimenti.

 

Come abbiamo accennato brevemente, il concetto di ”coppia di valute” o ”currency pairs” è importantissimo per imparare a conoscere ed a capire i meccanismi su cui si fondano tutte le attività eseguite all’interno del Foreign Exchange Market.

Le transazioni sul Forex avvengono sempre tenendo in considerazione un concetto fondamentale: le operazioni e la compravendita di valute avvengono scambiando le monete rigorosamente in ”coppie”, chiamate appunto ”currency pairs”.

Ognuna di queste coppie standard possiede una forma ed una struttura ben definite, esplicitata da una denominazione composta dalla sigla di tre lettere relativa alla prima valuta della coppia e dalla sigla di tre lettere relativa alla seconda valuta della pair, separate da una barra.

Ne sono degli esempi concreti le coppie “EUR/USD”, cioè “Euro contro Dollaro americano”, “USD/GPB”, cioé “Dollaro americano contro Sterlina inglese” oppure “CHF/JPY”, cioè “Franco Svizzero contro Yen giapponese”.

La prima valuta di ogni coppia viene indicata con il nome di “base currency” (cioè “valuta base”) mentre la seconda valuta della coppia è sempre chiamata “counter currency” (“valuta contatore”) o “quote currency” (“valuta quotata”).

Se voglio effettuare una transazione all’interno del Foreign Exchange Market, devo sapere che, acquistando una valuta di una coppia, contemporaneamente devo vendere l’altra.

Le currency pairs sono standard e sono numerose, anche se quelle che convogliano la maggior parte delle operazioni e del turnover giornaliero sono solo quattro (dette ”Four majors”):

1) La coppia EUR/USD, cioé “Euro contro Dollaro statunitense”.

2) La coppia USD/JPY, cioè “Dollaro statunitense contro Yen giapponese”.

3) La coppia GPB/USD, cioè ‘Sterlina inglese contro Dollaro statunitense”.

4) La coppia USD/CHF, cioè “Dollaro contro Franco svizzero”.