Fideiussione Omnibus

Quando si parla di fideiussione omnibus in realtà si parla di una specifica tipologia di fideiussione bancaria che si distingue da quelle regolari per l’inserimento di due clausole specifiche.

La prima clausola che caratterizza una fideiussione omnibus è quella che prevede la mancanza di una scadenza temporale. La fideiussione omnibus infatti non è legata ad un unico contratto ma è più legata direttamente al soggetto che il fideiussore tutela.

In pratica la garanzia che la firma del fideiussore rende reale non si limita nel tempo ma copre qualsiasi tipo di impegno economico del soggetto tutelato anche vita natural durante.
Ecco perché si parla di “omnibus”, perché la garanzia copre qualsiasi accordo che egli contrae ed in qualsiasi periodo della sua vita a partire dalla firma del fideiussore.

E’ ovvio che storicamente questa forma di fideiussione anche se resta valida per la legge ha spesso rischiato di arrivare ai limiti della legalità. Se poi aggiungiamo che fino al 1992, quindi davvero poco tempo fa, la fideiussione omnibus non poneva limiti per i fideiussore neanche sugli importi da garantire, può esser chiaro come lo strumento diventasse delicatissimo e spesso vessatorio nelle mani degli istituti bancari, a causa di soggetti tutelati con poco buonsenso.

Fortunatamente agli inizi degli anni novanta è stata inserita una limitazione per le somme di denaro (o per il valore corrispondente) degli impegni che il tutelato contrae nella sua vita. Questo limite viene definito massimale, e nel caso il soggetto sotto tutela fideiussoria superi il limite imposto il fideiussore viene considerato libero da ogni altro incarico.

Questo è stato sicuramente un provvedimento a favore dei soggetti che mettono a rischio il proprio patrimonio a favore di altri e che lo fanno senz’altro in buona fede.

La fideiussione omnibus si distingue anche per un’altra particolarità, il pagamento da parte del fideiussore delle somme non saldate dal soggetto tutelato avviene sempre “a prima richiesta”, ovvero senza modo di rivalsa a fronte di una semplice comunicazione scritta.

Per la restante disciplina le fideiussioni si rifanno alle norme seguite dalle tradizionali fideiussioni bancarie e come quelle segue il codice civile nella struttura, nelle regole per la stesura e per i termini e le condizioni a cui sottosta.

Ultima nota importante: le fidejussioni omnibus possono essere risolte sotto richiesta del fideiussore e accettazione da parte della banca, ma anche allora il garante deve poter rispondere di assegni non ancora intascati e eventuali interessi per more.