Finanziamenti Personali Senza Busta Paga nè Garanzie 2016

Finanziamenti personali senza busta paga, cosa sono? Nell’ambito dei prestiti personali esistono anche prodotti finanziari ottenibili senza busta paga o senza un reddito dimostrabile; sono prodotti creati per favorire i lavoratori in difficoltà economica che però non sono in possesso delle garanzie utili ad ottenere del denaro.

Come scritto nell’articolo sui finanziamenti personali senza busta paga su Prestitiadipendenti.eu (leggibile qui: http://www.prestitiadipendenti.eu/prestitionline/prestiti-senza-busta-paga-on-line/), i prestiti senza stipendio nè garanzie sono in genere piccoli prestiti che vengono erogati in un lasso di tempo breve: dai tre a sei giorni, con presentazione della dichiarazione dei redditi. In rarissimi casi è possibile ottenere un prestito personale senza una busta paga anche in 24/48 ore, anche richiedendoli online.

Molti Istituti bancari hanno aggiunto alle procedure classiche e normali quelle per prestiti veloci senza busta paga trattabili online; procedure ottimali dal punto di vista organizzativo: con una tempistica breve sia per il controllo e l’accettazione della documentazione richiesta sia per la valutazione dei requisiti del lavoratore richiedente il finanziamento.

Il primo controllo che l’istituto di credito effettua è quello sulla situazione del soggetto; ovvero se non sia segnalato come protestato o di cattivo pagatore; nel caso di esito positivo, il lavoratore viene invitato a compilare tutti i moduli per la domanda di finanziamento e a fornire la documentazione richiesta.

 

Le informazioni richieste sono:

1 – importo della somma che necessita,
2 – piano di recupero del denaro erogato,
3 – l’ammontare del proprio reddito,
4 – una garanzia a tutela del rimborso concordato,

Nel caso che il lavoratore non abbia i requisiti richiesti , la banca può offrire a sua discrezione una tipologia di credito alternativa. Il prestito senza busta paga è per definizione la soluzione migliore per tutti i soggetti con una situazione economica problematica e la necessità di sottolineare l’urgenza nell’ottenere una somma di denaro risolutiva alle proprie esigenze. In mancanza di una busta paga documentabile è sempre necessario produrre in fase di domanda delle garanzie alternative o studiare con la supervisione di un consulente dell’istituto un piano di finanziamento su misura, o scegliere di rimborsare la cifra erogata con prestito cambializzato.

 

Le garanzie alternative accettate dalle banche sono:

  • titoli finanziari
  • contratto di locazione
  • rendita fissa mensile
  • immobili su quali istituire un’ipoteca
  • accrediti sul conto corrente con cadenza mensile
  • possesso di beni che siano di valore rilevante a copertura del capitale erogato
  • firma di un garante, che si fa carico dell’onere di restituzione della somma erogata,
  • (il garante non deve avere in corso finanziamenti che assorbono più del 50% del suo reddito e non deve essere un cattivo pagatore)

(Qui si possono vedere i tassi limite per valutare se il tasso è o meno usuraio)
I prestiti senza busta paga sono dedicati a lavoratori autonomi, studenti, casalinghe, disoccupati, soggetti senza busta paga documentabile, soggetti senza reddito fisso; sull’ottenibilità di un finanziamento senza busta paga però non bisogna generalizzare né dare per scontato che non si possa andare incontro a un rifiuto da parte della banca dove è stata presentata la richiesta di denaro. I prestiti veloci non sono impossibili da ottenere ma nemmeno troppo facili; da sottolineare che più bassa è la somma richiesta più è fattibile ottenere consenso e il conseguente finanziamento.

Nell’ambito dei prestiti senza busta paga l’ammontare delle somme concesse, rientra sempre nel limite di 5.000 euro, è una forma preventiva che le banche mettono in campo sempre e che consente di ridurre i rischi di mancata restituzione; il problema dell’insolvenza infatti è il tallone d’Achille del mercato creditizio nel nostro Paese.