La Cessione del Quinto è il Prestito più amato dai romani

Nel 2016 e 2017 la cessione del quinto è il prestito personale più richiesto dai dipendenti pubblici. In particolare, si conferma capitale dei prestiti la città di Roma, dove i dipendenti pubblici di certo non mancano. Ma quali enormi vantaggi hanno i dipendenti pubblici di Roma, nell’ accendere questo tipo di finanziamento?

La cessione del quinto dello stipendio è, senza alcun dubbio, il prestito personale più comodo presente sul mercato. In questa guida di Finanzitalia.it è molto chiaro come i dipendenti della pubblica amministrazione di Roma (e di tutta Italia) possano accedere oggi ad una serie di vantaggi, impossibili per le partite iva. Nella lista nera, di coloro che non possono accedere in alcun modo alla cessione del quinto dello stipendio, ci sono ovviamente i disoccupati e i lavoratori dipendenti con contratti a tempo determinato.

Ma torniamo ai tanti dipendenti della pubblica amministrazione. Oggi a Roma coabitano un grande numero di amministrazioni e uffici. A quelli nazionali, enormi, dovuti ovviamente allo status di Capitale nazionale della città si sommano una serie di enti finalizzati all’ amministrazione locale della città e del territorio circostante. Nonostante i recenti Governi abbiano cercato di semplificare la faccenda, a Roma sono ancora migliaia i dipendenti, ad esempio, delle tanto odiate province. L’ ultima riforma ha infatti eliminato i Consigli eletti ma non le funzioni assegnate alla Provincia di Roma. Ed ecco quindi, che le migliaia di lavoratori continuano ad occupare i tanti uffici, indispensabili per il funzionamento di organismi complessi e molto estesi.

Insomma, Roma è la città dei dipendenti pubblici. Ogni romano, vanta un grande numero di amici e parenti impiegati nel pubblico. Ed è per questo, che gli ultimi dati rivelano una eccezionale adesione alla proposta di cessione del quinto dello stipendio.

Prestito facile e senza bisogno di garanzie.

Il segreto del successo della cessione del quinto dello stipendio? La facilità della richiesta. Come formula, non ha eguali. Con la cessione del quinto non dovrete praticamente fornire alcuna garanzia, vista che quest’ ultima è fornita dallo stesso datore di lavoro, che si occuperà direttamente, del pagamento delle rate per l’estinzione del debito. Una bella comodità.

Niente garanti e niente garanzie. Niente bollettini, rate, scadenze e date da ricordare. L’ unico limite, ovviamente, che la rata concordata all’ atto della stipula del prestito sia non superiore al quinto dello stipendio.

Non a caso, gli ultimi dati delle banche italiane, rivelano che la cessione è il prestito più amato dai romani.