Tassi di Cambio Valute

Il valore delle valute nel forex online è soggetto a continue oscillazioni, ciò significa che, partendo da un determinato capitale espresso in una data valuta, è possibile acquistare di volta in volta un diverso corrispettivo in moneta estera. Il rapporto fra il valore di due diverse valute è definito dal tasso di cambio.

Il tasso di cambio o “exchange rate” corrisponde al prezzo della singola unità monetaria di una determinata valuta espresso nei termini di una valuta diversa.  Più precisamente è indicato come “Exchange rate nominale” il prezzo della valuta nazionale nei termini di una qualsiasi valuta estera: l’ exchange rate nominale corrisponde quindi al cambio valuta nazionale / valuta estera.

E’ possibile chiarire l’importanza del tasso di cambio ricorrendo ad un semplice esempio: si ipotizzi di dover acquistare dei dollari avendo a disposizione degli euro, se il tasso nominale, euro / dollaro o meglio EUR/USD, fosse 0,85,  sarebbe possibile acquistare 1.000 dollari con 1.176 euro. Se invece il tasso nominale salisse a 1,15 , per acquistare 1.000 dollari sarebbero necessari solo 869 euro.

Un altro termine da tenere in considerazione quando si opera lo scambio di valute internazionali è la cosiddetta “quotazione”.  Per determinare il significato di quotazione occorre introdurre altri due termini: “base currency” o “valuta di base” e “counter currency” o “valuta contatore” altresì detta “quote currecy” o “valuta contatore”.

Quando si calcola il rapporto tra due valute, per esempio EUR/USD, il primo termine corrisponde alla “base currency”, il secondo alla “counter currency”.

Esistono due tipi di quotazione: quotazione diretta o “direct quotation” e quotazione indiretta o “indirect quotation”.

Con la quotazione diretta si indica il valore di una moneta estera esprimendolo nei termini della moneta nazionale. In questo caso è, quindi, la moneta estera a rappresentare la “counter currency”. Un esempio di quotazione diretta è rappresentato in Italia dalla dicitura: 0,68 EUR = 1 USD, che esprime in euro il valore di un dollaro.

Con la quotazione indiretta si indica il valore della moneta nazionale esprimendolo nei termini di una moneta estera. In questo caso è la moneta nazionale a rappresentare la “counter currency”.

Un esempio di quotazione indiretta è dato in Italia dall’uso della dicitura: 1 EUR = 1,48 USD, che esprime in dollari il valore di un euro.

Diversamente da quello che accade in altri mercati, all’interno del mercato del Forex, l’investitore può interagire in modo diretto con una controparte stabilendo, in seguito ad operazioni di negoziazione, i termini dello scambio tra valute.

Per operare uno scambio di valute è, infatti, necessario raggiungere un accordo che consenta una chiara determinazione del prezzo delle valute stesse che deve essere condivisa da entrambe le parti. La determinazione del prezzo è regolata dalle comuni regole della domanda e dell’offerta.

Si indica con il termine “bid” cioè “domanda” il prezzo al quale è possibile acquistare sul Forex la valuta di base cedendo in cambio la valuta quotata. Con il termine”offer” cioè offerta viene indicato il prezzo al quale è possibile vendere la valuta di base ottenendo in cambio la valuta quotata.

La differenza tra prezzo della domanda e prezzo dell’offerta è definita “spread” e da questo si possono calcolare i profitti forex. Lo spread è determinato dai forex broker in base al compenso che intendono ricavare per il servizio di mediazione tra venditore e compratore.