Acquistare una nuova auto con un finanziamento

Con i prezzi delle autovetture nuove che salgono continuamente, una delle poche possibilità per acquistarle è sicuramente la richiesta di un finanziamento. Questo perché, per acquistare una macchina di un certo livello, è necessario spendere oltre 10mila euro (salvo sconti o rottamazioni varie).

Ma, ovviamente, acquistare un veicolo nuovo e ottenere un finanziamento non è mica semplice. È vero che oltre la metà delle persone che hanno deciso di prendere un’auto nuova lo ha fatto attraverso un finanziamento ma, in ogni caso, ottenere un prestito non è assolutamente semplice.

La forma preferita dalle concessionarie, però, rimane il prestito finalizzato. Praticamente è finanziamento che non arriva direttamente a te ma al negozio in cui stai andando ad acquistare il prodotto. Ecco un esempio: se decidi di acquistare una macchina di 15mila euro e vuoi fare un finanziamento, tu praticamente questi soldi non li vedrai mai. Ma andranno direttamente alla concessionaria e, poi, tu, ogni mese, salderai l’importo, con gli interessi, pagando la classica quota ogni 30 giorni fino a quando con la ultimerai.

Molto spesso i concessionari non accettano finanziamenti ai clienti che non hanno busta paga. Per questo motivo è possibile sfruttare i prestiti senza busta paga (puoi leggere di più su prestitiperte.com) e comprare la nuova auto.

Sì, perché, ovviamente, senza busta paga è tutto più difficile. Ma anche in questo caso puoi intraprendere diverse strade. In primis, ad esempio, se hai un garante su cui fare affidamento potresti anche ottenere il finanziamento per acquistare la macchina. Infatti, se il tuo garante (generalmente è il genitore nei confronti del figlio ma, in alcuni casi, può essere anche un amico) offre delle opportune certezze, allora difficilmente potresti avere dei problemi. Per ‘opportune certezze’ intendiamo sicuramente la possibilità di presentare un contratto di lavoro stabile e una regolare busta paga, con uno stipendio superiore alla media. Oppure, se è un dipendente statale, quindi con basse possibilità di licenziamento, va bene anche uno stipendio ‘normale’. O, ancora, nel caso risultasse un buon pagatore – magari ha chiesto un finanziamento qualche tempo prima e l’ha regolarmente saldato -, non dovrebbe avere alcun tipo di rifiuto. Ovviamente, le cose potrebbero complicarsi se, però, ha un altro finanziamento alle spalle. In quel caso, l’istituto di credito potrebbe chiedere maggiori spiegazioni.

Un’altra tipologia di finanziamento che potrebbe essere l’ideale per l’acquisto di una macchina è la cessione del quinto. Praticamente, ogni mese, cederai il 20% del tuo stipendio all’ente di credito, fino a che non avrai saldato tutto il debito. Come puoi immaginare, questa forma di prestito va bene se hai un contratto stabile e regolare. Visto il mercato di lavoro sempre più flessibile, sta diventando molto complicato per i dipendenti privati, soprattutto se giovani, ottenere questa forma di prestito. Del resto, con le nuove norme il licenziamento è molto più semplice e, quindi, la banca o chi per essa non vuole assolutamente rischiare di vedersi svanire i suoi soldi.

Un’altra procedura per avere il finanziamento è dimostrare di avere altre entrate, oltre a quelle lavorative. O, se non ha un’occupazione, dimostrare come riesci a far fronte alle varie spese quotidiane che la vita impone. Un esempio? Se hai una seconda casa di proprietà e hai un inquilino che ti paga un cospicuo affitto. In questo caso, infatti, sapendo che tu, bene o male, disponi di un’entrata regolare, allora potresti ricevere una risposta positiva alla richiesta di un prestito.

Pensi che le alternative siano finite qua? E invece no! Potremmo andare avanti ancora per molto ma ci fermiamo con l’ultima: l’ipoteca di qualche oggetto che hai in casa.

Se, ad esempio, non hai una busta paga o, comunque, sei un lavoratore precario puoi optare per l’ipoteca di un qualsiasi oggetto mediamente prezioso. Se, ad esempio, la macchina che stai acquistando costa 30mila euro, allora tu puoi ipotecare dei beni fino ad arrivare a quella cifra. Può essere un immobile, un armadio prezioso, un oggetto antico, un quadro. Quello che vuoi, a patto che sia di valore.

Insomma, per acquistare un’auto usufruendo di un finanziamento puoi scegliere tra diverse possibilità. L’importante, come sempre, è saldare l’importo dovuto in tempo. Anche perché rischieresti di entrare nella lista dei cattivi pagatori. E in quel caso potrebbero sorgere dei problemi.